mercoledì 14 gennaio 2009

I cugini francesi

Avranno pure la puzza sotto il naso, ma di certo gli affari (almeno con noi, e purtroppo per noi) li sanno proprio fare.
Dopo la bella Carlà, si pigliano ora la nostra compagnia di Bandiera.
E pure a prezzo stracciato, grazie agli speciali saldi invernali di Berlusconi.
La stampa francese ricordandoci il grande affare che abbiamo concluso, ci piglia allegramente per i fondelli.
Non resta che consolare il nostro povero spirito patriottico, ricordando che almeno Zidane e i suoi li abbiamo fatti piangere e soffrire ai Mondiali.
Già, per forza abbiamo vinto. Allora al governo c’era Prodi (che fortunatamente per noi, non portava tutta questa “sfiga”).

3 commenti:

franco molteni ha detto...

è merito del governo Prodi se i francesi si "pappano" una grande porzione di Giussano? oppure il merito è forse del nostro s.......? guarda meglio e lascia perdere la Carlà che sicuramente non viene a Giussano a fare a compere. con stima

emanuela ha detto...

Mmm.. frase ermetica, che mi pare tocchi un argomento molto scottante...
Centro Commerciale, giusto?


Ti inizio a dire (in tutta tasparenza, a noi consiglieri hanno mostrato le tavole solo questa settimana) cosa ne penso:
1. l'area in questione ha destinazione commerciale da prima che io venissi eletta in Consiglio Comunale (credo da oltre 20 anni);

2. quindi o si cambia ( e potrebbe pure essere un'opzione, con tutte le conseguenze che ne derivano anche in termini di gestione delle aspettative maturate dai privati...) la destinazione di questa grossa area(sono circa 73.000 m), con un'osservazione al pgt, o la destinazione non può che essere quella;

3. non credo sia realistico insediarvi nuova residenza, e neppure altro industriale....dipendesse da me ci farei un bel parco cittadino, in cui andare a correre la domenica mattina... (ma a questo punto occorre trovare le risorse per acquisire le aree e realizzarlo.....non abbiamo più l'ICI, e la coperta, come si sa, è corta ..)

4.detto questo: credo ci siano invece numerosi altri aspetti che vanno attentamente valutati:

- l'impatto sulla viabilità (anche se vuoi, un po' egoisticamente, vorrei evitare di metterci la sera due ore per tornare a casa);

- il tipo di commerciale che si va ad insediare;

- il progetto (un progetto dal minor impatto ambientale possibile, che non si traduca semplicemente in una bella spianata di cemento...)

- e soprattutto non potendo,(salvo quanto sopra detto) impedirne la realizzazione - occorre controllare attentamente che venga dato quanto spetta all'Ammnistrazione..CIOE', almeno, LO STANDARD dovuto per legge.

Ultimamente passo un po' per picchitella perchè ho la fissa del "c.d. STANDARD" (ognuno ha qualche tara, la mia - inguaribile - pare stia diventando questa..)
STANDARD= aree per attrezzature pubbliche e di interesse pubblico da cedere al Comune(termine al quale pare che io sola dia una particolarissima interpretazione.. detta con le parole di un mio amico, dal linguaggio molto colorito "non può essere standard l'area su cui , al massimo , posso portare il cane a fare pipì" .)

Nel caso di specie, viste le dimensioni del lotto stiamo parlando di oltre 20.000 mq di area da cedere all'Amministrazione.
Un bel po' di superficie.. sulla quale una volta ottenuta la proprietà il comune potrebbe farci molte cose interessanti..

emanuela ha detto...

Caro Franco,
non escludo che, visti i tempi, con i cugini francesi dovranno vedersela il prossimo Sindaco ed i prossimi amministratori di Giussano...