sabato 15 novembre 2014

Quando paga Pantalone

Giunta e Sindaco, leggo oggi sulla stampa, non comprendono le ragioni della polemica sul corso di formazione "per soli assessori". 

Si difendono dicendo che aspettavano la mia proposta (se la cosa interessava, già che gliela fornivo gratis, avrebbero pure potuto farmi un colpo di telefono!) e che  hanno "rinunciato al portavoce del Sindaco per un corso sicuramente più importante".

Ed allora,  giusto per essere precisi (quando si spendono i soldi pubblici, occorre esserlo) mi permetto di fare alcune piccole osservazioni.

Non ho contestato l'attività di formazione. Tutt'altro. Plaudo ad iniziative come questa 

Ho posto l'attenzione (pare che il ruolo del consigliere di minoranza sia quello di controllare...) su una determina, che per la sua formulazione, sembra dissimulare un contratto di consulenza. 

Indica infatti un monte ore generico (dieci ore), con una retribuzione oraria di 300 euro.
Non si dice quali saranno le materie del corso.
Non è stata estesa ai consiglieri comunali.
(Per capire l'"anomalia " del conferimento, non occorre andare molto lontano, basta confrontare la determina dello scorso agosto con gli altri provvedimenti comunali in tema di formazione ).


L'asserito corso pare celare il conferimento di una vera e propria attività di consulenza sui temi urbanistici. 
Attività che la legge consente solo alle strettissime condizioni ricordate dal giudice contabile:

"Nel conferimento delle consulenze esterne, le amministrazioni pubbliche devono attenersi ai seguenti principi:
 a) effettiva rispondenza dell'incarico a obiettivi specifici dell'amministrazione conferente; 
b) esistenza di un'adeguata motivazione della delibera di conferimento dell'incarico;
 c) specificità e temporaneità delle prestazioni che costituiscono l'oggetto della consulenza;
d) comprovata mancanza, all'interno dell'organizzazione dell'ente, di personale idoneo, sotto il profilo quantitativo o qualitativo, a sopperire alle esigenze che determinano il ricorso alla consulenza;
e) proporzionalità del compenso rispetto all'attività svolta dal consulente;
f) deve inoltre essere limitata a esperti di particolare e comprovata specializzazione anche universitaria."
(C. Conti Lazio Sez. giurisdiz., 26/04/2010, n. 260)


p.s.  sarà un caso..ma la determina è stata assunta proprio in prossimità della notifica del ricorso Straordinario promosso dai Comuni di Verano e Carate sulla Lamplast.



1 commento:

Antonio Fumagalli ha detto...

Che commento si vuole fare..? Non lo so. Non c'è altro che ringraziarla per le puntuali e precise informazioni.
Grazie, non so se augurarle buon proseguimento. Boh...!
Ringrazio comunque.
Antonio FUAGALLI
15/11/2014