martedì 9 giugno 2009

Onore ai vincitori.

Schiacciante vittoria, senza appello, senza se e senza ma, di Lega e Pdl.
Con il 58,3% dei consensi, Gian Paolo Riva è stato eletto Sindaco di Giussano.
A lui, ed alla costituenda Giunta i migliori auguri di buon lavoro.
Con il 19,3 % Alberto Elli e Leonardo Pellegrino (17,00 %) guideranno l'opposizione.
Quanto a noi, i 597 voti di Io rispetto Giussano non saranno sufficienti a garantirci un seggio in Consiglio Comunale.
Finisce, pertanto, qui la mia esperienza amministrativa.
Le 114 preferenze ricevute (di cui ringrazio i miei elettori) non saranno, infatti, sufficienti a farmi sedere in Consiglio Comunale.
Non fossi uscita dal Pd e da Giussano Democratica mi sarei nuovamente garantita, come si dice, un posto al sole.
Ma la coerenza, si sa, ha un suo prezzo. E bisogna avere il coraggio di pagarlo. Fino in fondo.
Non mi resta, pertanto, che accettare con serenità il responso delle urne, con la magra consolazione di essere stata, comunque, in assoluto, la più votata di tutti i candidati consiglieri nella coalizione del centrosinistra.
A ciascuno, le sue valutazioni. Onore, quindi, ai vincitori.

26 commenti:

riccardos ha detto...

chapeau.
e non mollare mai, la lotta (non la poltrona ora poi non ce l'hai quindi ancora meglio nella lotta!)

pà ha detto...

aspettavamo questo commento che però non ti fa onore. C'è chi ha tirato la volata al gruppo o al candidato sindaco, senza chidere voti persolali per sè. però se preferisci i coriliano di turno....in bocca al lupo.
per il resto ribadisco quando scritto da un'altra parte. Anche se senza posto in cc rimani vicino a Giussano perchè credo che da oggi, come nonm mai, occorrerà difendere il suo territorio..e non solo.

Angelo Galimberti ha detto...

Non avremo un consigliere, ma partire dal nulla ed essere comunque la 5 o 6 lista in giussano in percentuale, preceduti solo dalle corazzate PDL, Lega, PD, Lista Riva (che era quella del Sindaco uscente)e di un pelo più bassi dell UDC che è comunque presente a livello nazionale, ma meglio di PRI che era in scia al lanciatissimo treno di Riva Gianpaolo, al pari quasi di Giussano Democratica che aveva comunque tra le sua fila un assessore uscente, mentre le altre sono a debita distanza.
Per essere una compagine che praticamnte in 40 giorni dal nulla, superando problemi e imprevisti giorno per giorno non mi pare siamo andati male! Poi qualcuno ieri sera ci ha detto che non si fa così, non ci si presenta da soli per frammentare i voti! Ma dico,pensavano di vincere le elezioni con il nostro 4,2%? forse è meglio che qualcuno si faccia un approfondito esame di coscienza e, al contrario di quello che hai detto tu nella presentazione forse non sei nè tu nè noi che dobbiamo abbandonare la scena pubblica, ma qualcuno che pensava di essere indispensabile per Giussano.
Grazie e chi ci ha sostenuto.
W IO RISPETTO GIUSSANO

emanuela ha detto...

a pa'... onestamente non capisco il commento.
C'è sempre chi lavora per il gruppo e chi preferisce, nvece, cercare il voto personale.
E' solo questione di metodo (personalmente al porta a porta preferisco il volantinaggio al mercato).

Ma questo non cambia lo stato delle cose.

Quella di restare fuori dal consiglio comunale era, del resto, un'ipotesi che avevo ben preso in considerazione quando ho scelto di uscire dal centrosinistra.
E che rifarei, per le stesse identiche motivazioni.

"Io rispetto Giussano" ha, del resto, fatto un ottimo lavoro.
Semmai andrà fatta una riflessione più approfondita sul tema delle liste civiche.
Visti i risultati ottenuti da noi, da Giussano Democratica e da Viva Giussano, la prima riflessione a caldo che mi viene da fare è che forse la loro epoca è tramontata.

Mi unisco ad Angelo nel ringraziare quanti ci hanno sostenuto.

pà ha detto...

Non è questione di metodo ma di sostanza. Ieri a Birone in tanti, compresi i rapp di Io rispetto Giussano, siamo rimasti impressionati dai candidati del pdl (ed evio di fare nomi) che cercavano di sezione in sezione i voti personali e facevano il confronto con i loro dati. E durante le votazioni accompaganvano avanti e indietro gli elettori fino all'ingresso del loro seggio.
Questo per me non è fare politica ma è ben altro, di cui forse avremo modo di parlare più avanti.

Ben vengano le riflessioni sulle liste civiche, è vero che Io rispetto Giussano ha comunque ottenuto un buon risultato. Pur avendo votato Giussano democrfatica mi permetto di dirvi che sarebbe un peccato che questi volti nonmn avessero un peso sulla vita politica cittadina dei prossimi anni, anche se non in cc.

Credo di essere obiettivo nell'affermare che nei prossimi anni ci sarà molto da lavorare, sopratutto da''"esterno".
CIAO

Anonimo ha detto...

In ogni caso i Giussanesi si erano stancati delle facce che da 10 anni li rappresentavano in Comune,fa fede anche il risultato di Pasquina che dopo 30 anni e passa di politica e varie vicissitudini ha avuto il coraggio di ripresentarsi,dimezzando il consenso del PRI fosse stato dietro le quinte ed avesse appoggiato un candidato della sua lista gli avrebbe fatto onore invece di inseguire ancora il cadreghino di assessore.

Anonimo ha detto...

ribadisco... hai vissuto sottocoperta in una lista civica di centrodestra/liberale e ora affermi di essere la più votata tra quelli di centrosinistra...io credo tu abbia un poco di confusione culturale-politica...riguardo ai corigliano di turno... imberbi 22 enni.. quanta acqua deve scorrere sotto i ponti per loro

oronzo lo stronzo ha detto...

ma quale onore!!! ci sarà da ridere in consiglio.
Giussano in mano ai calabresi!!

e tu...destinata all'oblio!!

Anonimo ha detto...

Complimenti oronzo,(l'aggettivo te lo sei già dato tu) sei proprio un fine cervello della politica!
Vedrai che ci saranno sorprese, perchè chi è chiamato a governare Giussano forse è più furbo di te

oronzo lo stronzo ha detto...

I fini cervelli della politica li vedremo presto forti dello loro 200 300 preferenze.
alla buffetti forse vendono anche dizionari di italiano, per evitare figure prima di recarsi in cc consiglio di farci una capatina.

Auguri agli amici leghisti. In città, tra il popolo padano, si prevede un aumento di coliti ed emorroidi.

Anonimo ha detto...

oronzo..aspetta i nomi...
poi parliamo di medicine per la colite... ma non certo dei leghisti.

emanuela ha detto...

Caro Oronzo, come recita il Poeta Jibran "L'oblio è una una forma di libertà".


Quanto alla mia natura, non ho mai rinnegato - neppure per un minuto- la mia collocazione politica.
Lo avessi fatto - accettando l'invito della Lega - probabilmente adesso sarei a festeggiare tra le fila dei vincitori.

Ma grazie al cielo, posso ancora permettermi il lusso di rifiutare le proposte che poco mi aggradano.

Anonimo ha detto...

ciò non da risposte alla collocazione culturale-politica di una persona di sinistra ( e meno male qualcuno ha ancora il coraggio di dirsi tale), che era in un partito liberale, ma che si rifletta che questa sindrome è quella di una sinistr ache insegue tutto ciò che non lo è, e provoca la sua disfatta... ( vedi franceschini /rutelli/ bindi... nulla di sinistra..), per il resto onore al disdegnare la cadrega.. ma centra nulla..

ser ha detto...

orgoglioso di essere catto-comunista

emanuela ha detto...

La mia "disfatta", che più che disfatta chiamerei uscita dalla vita politica attiva, non è mica colpa della Lista Io rispetto Giussano, che tra le liste civiche è pure quella andata meglio.

Ahimè, la mia uscita ha, infatti, radici ben più lontane nel tempo, ed è legata agli attriti con il locale centrosinistra.
Dopo di chè ho semplicemente giocato d'azzardo.
Mi sono candidata ed è andata male (pur fiera dei voti di preferenza raccolti, di cui non mi stancherò di ringraziare gli elettori).

Tutto qui.

Quaranta voti in piu': non staremmo qui a parlarne.

Ma dei "se" e dei "ma", si sa, sono piene le fosse.
Quindi prendiamo atto del risultato ed andiamo avanti.

Amiconee ha detto...

Ti rode vedo ...
Dai tranquilla avrai molto tempo per i fornelli.
Se apri un ristorante faccelo sapere..

Anonimo ha detto...

la esperienza della beacco e quella di tutta la "sinistra" che in realtà a giussnao è un centro... spero possa aprire a una grande riflessione e a un cambiamento di rotta, ricucendo rotture inutili e ri-analizzando il passato alla luce degli eventi.
un cambiamento di rotta che vada oltre l'idea di sinistra degli oratori... e certe gerontocrazie sindacalizzate..e possa aprirsi al futuro.

emanuela ha detto...

ho già un sacco di idee su come riempire il tempo....
purtroppo, però l'ipotesi del ristorante non è contemplata...

Anonimo ha detto...

Peccato! a parte quelle splendide vetrate, eri l'unica persona per la quale di tanto in tanto valeva la pena di togliersi le pantofole e venire in Consiglio.

emanuela ha detto...

grazie per il delicato complimento...

Anonimo ha detto...

l'amore, cara manuela.. è un bel sostituto alla carenza di potere...come insegnerebbero gollumm e andreotti...

SAMU ha detto...

MA QUALE ONORE, MA HAI VISTO AI SEGGI LA GENTE CHE GIRAVA???
GIUSSANO SPROFONDA. LA BRIANZA PURE.
ODDIO ARRIVANO I BARBARI.

Anonimo ha detto...

Samu ..spiegati bene.
Sono rimasto ai seggi il tempo giusto per votare.

samu ha detto...

meglio tacere. ci pensa la lega.

matte ha detto...

ora per quando andrai avanti a ricordarci di quanti voti personali hai preso.

altri, più umili, possono averne portati più di te, per il gruppo per il sindaco e non per se stessi.

forse sei meglio con i fornelli.

non è che magari apri un fast food sopra al nuovo OUTLET che la nuova amministrazione ci regalerà?

Anonimo ha detto...

Limportante non è vincere ma partecipare!