martedì 18 novembre 2008

E fu così che mi riscoprii più leghista dei leghisti ...

Imbarazzante, estremamente imbarazzante: reintroduzione della “giustizia parallela”
degli arbitrati, doppio e triplo lavoro, nepotismo.
Non stiamo parlando dei baroni dell'Università, ma della Giustizia.
Non di quella penale dei magistrati antipatici e comunisti – che tanto (dis)piace al Berlusca
- nè di quella civile, che, a causa delle sue croniche lentezze, blocca gli investimenti stranieri nel nostro paese e di cui nessuno, ahimè, si cura.
Bensì della Giustizia Amministrativa, costituita da TAR e Consiglio di Stato, i giudici chiamati a decidere le controversie che riguardano le pubbliche amministrazioni (dai comuni, alle provincie, ai Ministeri ...), e che toccano settori nevralgici della nostra economia: appalti e concorsi pubblici, grandi opere infrastrutturali, edilizia e urbanistica.
A dire il vero, qualcuno, a metterci ordine, ci aveva pure tentato.
Il Ministro Di Pietro, ad esempio, aveva iniziato con l’abolizione del ricorso all'arbitrato.
Una pessima pratica (una sorta di giustizia parallela "privata", in cui la decisione della controversia è demandata ad arbitri nominati dalle parti) che finisce per far pagare allo Stato, addirittura, due volte i suoi magistrati.
La prima per giudicare cause, che però - deferite appunti ad arbitri - non arriveranno mai in Tribunale.
La seconda, perchè dà ai magistrati un ulteriore compenso per remunerare, appunto, la loro funzione di arbitri.
Bell’affare gli arbitrati, che il tanto vituperato Governo Prodi aveva eliminato e che ora il PDL e Lega, con un emendamento, stanno reintroducendo.
Allora vediamo se ho capito bene ….
La Lega Nord per l’indipendenza della Padania lotta contro Roma Ladrona, ma fa di tutto per alimentare il sottobosco clientelare romano, io democratica statalista chiedo più indipendenza da questo assurdo e confuso sistema centralista …
Mi è venuto un terribile mal di testa!

2 commenti:

Marco Cozza ha detto...

Per aumentare il tuo sentirti più leghista dei leghisti...basterebbe ricordare che "Catania chiama, Roma risponde e la Padania tace", tutto perfettamente in linea col motto leghista "Lumbard...tas!!".

Cara Emanuela, credo che il tuo mal di testa non potrà che aumentare.

emanuela ha detto...

già, ed intanto la Brianza soffre ...