lunedì 20 aprile 2009

Speriamo che sia femmina.

I giochi per le prossime elezioni comunali paiono ormai fatti.
Inizierà, infatti, questa sera, sulla passerella Giussanese, la sfilata dei futuri Candidati Sindaci.
Ad aprire le danze, alle ore 18.00, sarà Paolo Riva da Paina.
Se è certo che l’ex assessore ai Lavori Pubblici degli anni ‘80 correrà sul treppiedi di PDL, Partito Repubblicano, capeggiato dal leader storico Giacomo Pasquina e Lega, poco è, invece, trapelato sulla composizione della squadra dei suoi aspiranti consiglieri.
Tra le righe, a dire il vero, si parla anche di una quarta stampella, la mai defunta Democrazia Cristiana, emblema sotto cui iniziò la vita politica di Riva.
Di Riva in Riva. Di presentazione in presentazione.
Alle ore 20.00, verrà definitivamente svelato (o almeno così qualcuno promette) il nome del delfino del Sindaco uscente, Franco Riva.
Da tempo si vocifera del ritorno in campo del painese Renzo Ascari . Prima assessore in quel di Giussano e poi Presidente del Parco Valle Lambro.
Se Ascari dovesse, deludendo i suoi fans, cortesemente declinare l’invito alla carica di Primo cittadino, secondo i ben informati la guida del carro trainato dalle liste UDC e Giussano la Nostra città (cui potrebbero unirsi i Forzisti della prima ora Gabani, Nespoli e Mandruzzato), verrebbe saldamente assunta dal sempre in pista Leonardo Pellegrino.
Di frazione in frazione. Da Paina a Robbiano.
Alberto Elli, da tempo candidato ufficiale della coalizione di centrosinistra, formata da PD, IDV e Giussano Democratica, presenterà domani sera il proprio programma ( e forse (?) anche i nomi dei candidati assessori e consiglieri).
Ha, invece, ora un'identità ben precisa, la Lista civica di cui da tempo in paese si parlava. Si chiamerà: Io rispetto Giussano.
E se è noto l'aspetto programmatico ( e cioè la salvaguardia del nostro territorio), resta avvolto nell’alone di mistero il nome del candidato Sindaco prescelto.
Tra stasera e domani, tutti i gruppi politici pronti alla guerra per espugnare il Palazzo Comunale, scopriranno le loro carte.
Aprendo le danze di una campagna elettorale che si prospetta all’insegna del dominio del sesso forte.
Solo la presentazione ufficiale delle liste, ci saprà dire se, nel regno di adamo, riuscirà a brillare anche qualche meteora proveniente dall'universo femminile.
Come sempre, la speranza è l'ultima a morire.

8 commenti:

Nicla ha detto...

speriamo de bon che sia femmina...mi è già passata la voglia di votare per le amministrative :( Vale

Anonimo ha detto...

e tu a proposito cosa fai?
comunque speriamo che oltre ad un buon numero di candidate "femmine" ci siano anche un bel po di giovani....senza offesa per nessuno ma le "nuove" liste che hai citato hanno riesumato certi personaggi.....

Anonimo ha detto...

A Giussano se continuano a girare nelle liste...quelli che devono venderti l'appartamento è inutile andare a votare.

Anonimo ha detto...

Grossa delusione ...Lega Nord

ste ha detto...

più che grossa delusione, come fanno a presentarsi ai loro elettori...con certi personaggi che stanno dall'altra parte....mah, avranno fatto bene i loro calcoli?

emanuela ha detto...

cari compagni di sventura, mi duole ammetterlo ma non so che dirvi..

...aspettiamo con trepidazione che vengano partorite le liste...

Quanto a me, al momento, sono un po' indecisa tra mare e montagna.

Per come si stanno mettendo le cose, non mi resta che sperare in un week-end di sole...

Anonimo ha detto...

Al primo sole la quaglia ha fatto il suo salto...
Per ora dice come..quaglia comune ..pardon soldato semplice..nella lista Trezzi..
Sempre che le cose siano di suo gradimnto altrmenti..
finisce a fare la METEORINA della politica de noantri.

~

emanuela ha detto...

Diventare una meteoerina e sparire dalla politica locale?Niente più articoloni e foto sui giornali?
Indubbiamente un salto della quaglia molto intelligente!

Che ci vuoi fare caro anonimo, chiamalo pure "il prezzo della libertà di giudizia e della coerenza".
Qualcuno è disposto a pagarlo, qualcun altro no.

Magari per assumere e portare avanti certe posizioni ci vuole pure un po' di coraggio. Che dici? Ma, si sa che quello, se non lo hai nessuno te lo puo' dare ..( e quanto a coraggio non mi pare tu brilli, visto che non hai avuto neppure il coraggio di firmarti.. )

In merito poi alla notizia di un mio ventilato avvicinamento alla lista Trezzi, passare da Presidente del Cosiglio, cui è stato già OFFERTO dal candidato Sindaco in pectore Elli - sulla stampa - un assessorato nella sua eventuale futura Giunta, a soldatino semplice in una lista civica non mi pare un gran miglioramento.

Fossi stata un po' più furba e rampante avrei potuto cedere a ben più succulente lusinghe!

Certo. Sfrattata - nei fatti- dal centrosinistra locale, potrei pure decidere di ritirarmi a vita privata.

Ma se proprio devo - metaforicamente parlando - politicamente soccombere, preferisco che a decretare la mia morte siano gli elettori, piuttosto che qualche notabile di partito.
Mi pare più democratico.